Si conoscono tre tipi di farro:

Il Triticum dinoccum, noto anche come farro comune, farro medio o farro dicocco, deriva da una specie selvatica. Gran parte del farro attualmente coltivato nel nostro paese appartiene a questa specie.

Il Triticum spelta è conosciuto anche come farro maggiore o spelta, e deriva dall’incrocio con una graminacea selvatica. E’ poco coltivato in Italia.

Il Triticum monococcolum, noto anche come piccolo farro, è la forma di frumento coltivata da più tempo dall’uomo. Alcune testimonianze parlano addirittura del VIII sec. a.c.